• Home
  • Investimenti
  • Investire in Bitcoin e altre criptovalute: è davvero una buona idea?

Investire in Bitcoin e altre criptovalute: è davvero una buona idea?

Le criptovalute sono diventate parte attiva del nostro sistema finanziario solo di recente. A seguito del boom in corso negli ultimi anni, oggi esistono circa 1.800 valute virtuali. Il problema per un investitore interessato è capire quanto in realtà queste possano ancora dar vita a operazioni profittevoli.

Per questo motivo, come per qualsiasi investimento, è necessario individuare il giusto compromesso tra rischio e rendimento in funzione delle disponibilità personali, prestando attenzione a non finire al verde.

Capire qual è il momento giusto

Se siete già degli esperti investitori, l’aggiunta di una o più criptovalute al portafoglio potrebbe consentirvi una maggiore diversificazione del rischio. Ma se invece state entrando in un mondo ancora sconosciuto, è meglio considerare l’acquisto di criptovalute come un investimento ad alto rischio e fortemente speculativo, grazie al quale è possibile ottenere grandi risultati in termini di resa ma tenendo a mente che le probabilità sono piuttosto basse.

Ancora una volta, ciò richiede che un investitore valuti attentamente quanto può permettersi di perdere su operazioni simili.

Investire in sicurezza

CriptovalutePrevedere i rischi che un’operazione finanziaria può comportare è fondamentale: potrete includere delle criptovalute come parte di un portafoglio di investimenti, il che si tradurrà in un grado di protezione maggiore attraverso la diversificazione.

Non è ancora chiaro a che punto saranno le criptomonete nei prossimi 5 o 10 anni; una delle principali fonti di incertezza è quale sarà la risposta dei governi nazionali se assumeranno ancora più importanza.

Al momento, è oggetto di dibattito se le monete virtuali soddisfino o meno i quattro principali attributi del denaro: mezzi di scambio, unità di conto, riserva di valore e strumenti di pagamento futuri.

Non essendoci alcuna banca centrale che attribuisce un valore certo, non vi è alcun obbligo di accettarle come strumenti di pagamento.

Le monete virtuali più diffuse

Dato il grande clamore mediatico suscitato dalle performance delle quotazioni delle criptovalute, in molti hanno creduto di poter realizzare facili guadagni senza fatica. In realtà, non è così.

Le truffe sono dietro l’angolo, ed è bene informarsi accuratamente prima di impegnare il proprio denaro.

Il modo migliore per evitare tutto questo (ma anche di evitare le speculazioni selvagge) è puntare alle monete virtuali più conosciute. Ecco un breve elenco:

  • Bitcoin (BTC)
  • Bitcoin Cash (BCH)
  • Bitcoin Gold (BTG)
  • Ethereum (ETH)
  • Litecoin (LTC)

bitcoin

Bitcoin è certamente la criptomoneta più conosciuta, mentre Bitcoin Cash e Bitcoin Gold sono due prodotti finanziari derivati dai Bitcoin.

Tutti conosciamo qualcuno che ha pensato di investire in Bitcoin, ma come farlo? A questo scopo esistono delle apposite piattaforme.

Quattro delle cinque valute riportate nell’elenco sopra costituiscono le uniche negoziate su Coinbase, una delle principali piattaforme per lo scambio di moneta virtuale online.

Su Coinbase è possibile seguire in tempo reale la quotazione dei Bitcoin e delle altre monete, raffrontandole con le valute ufficiali (ad esempio Bitcoin-Euro).

Come detto all’inizio di questo articolo, ci sono altre monete (molte, molte altre) sul mercato; le cinque che abbiamo scelto di nominare sono ormai “storiche” e, se è vero che ci sono monete assolutamente valide anche al di fuori di questa lista, il problema è che sono semplicemente meno conosciute oppure hanno debuttato solo di recente.

Per saperne di più potete visitare diversi siti; noi vi consigliamo CoinMarketCap, un’ottima risorsa per approfondire questo mondo.

Attenti alle truffe!

Truffe criptovaluteLe criptovalute sono il Selvaggio West odierno. Certo, non sarete seduti in un vecchio fumoso saloon giocando a carte, ma i banditi rapineranno la vostra diligenza se non presterete la dovuta attenzione.

Quando vi iscriverete su qualche piattaforma di scambio, noterete subito come mettano un forte accento sulla sicurezza. Spesso vi verrà richiesto di attivare la 2FA (autenticazione a due fattori, un sistema di identificazione dell’utente che richiede oltre all’utilizzo della password anche un secondo passaggio, di solito costituito da un codice usa e getta).

Dato che il mercato delle criptovalute è ancora scarsamente regolamentato, vi è ampio spazio per attività illecite. Dal momento che la tecnologia può essere molto complessa e difficile da comprendere, potreste essere tentati di acquistare monete da soggetti non autorizzati.

Di recente, l’FBI ha arrestato i due fondatori di Centra Tech in seguito ad una accusa di frode dopo un’offerta iniziale di 32 milioni di dollari in moneta virtuale (ICO). Centra proponeva la creazione di una carta di debito basata sulle criptovalute, ma invece di farlo davvero… i due fondatori avevano deciso che era più facile chiudere i battenti e lasciare il Paese.

Gli è andata male, visto che i federali sono comunque riusciti a catturarli prima che riuscissero nel loro intento.

Il modo migliore per evitare truffe come queste è affidarsi alle monete più conosciute e diffuse; evitate perciò le nuove aziende che ancora non possono contare su una base ampia di utenti.

È inoltre importante stare lontani da sistemi organizzati secondo il classico schema Ponzi. Questi sono notoriamente difficili da individuare (vedi il caso Madoff), e risultano particolarmente attraenti in quanto lasciano presagire grandi guadagni nel breve periodo.

Come acquistare Criptovalute in sicurezza?

acquistare bitcoinQualche anno fa, sarebbe stata difficile dare una risposta chiara a questa domanda. Oggi in realtà è abbastanza semplice.

Ci sono diversi piattaforme affidabili per il trading, le quali vi permetteranno di comprare diverse criptovalute usando la valuta ufficiale del proprio Paese di residenza.

Ecco alcuni dei principali hub:

  • Coinbase

Coinbase è una delle piattaforme più conosciute. Il costo per ogni transazione corrisponde all’1,49% del totale.

Se perciò acquisterete 100 € di BTC, il costo totale sarà di 101,49 €.

  • CEX.io

CEX.io è nato come servizio di scambio e cloud mining. In seguito, ha interrotto ogni attività di mining per concentrarsi esclusivamente sugli scambi.

CEX è una piattaforma registrata nel Regno Unito che opera con 8 diverse criptomonete. È possibile effettuare scambi e acquistare Bitcoin, Bitcoin Cash, Ethereum, Bitcoin Gold, DASH, Ripple (XRP), Steller Lumens (XLM) e ZCash (ZEC). Accettano dollari americani, sterline inglesi, rubli russi ed euro.

  • Changelly

Changelly è una piattaforma differente in quanto non è dotata di alcun portafoglio. Si tratta principalmente di una piattaforma per lo scambio di monete e denaro. Quando si acquista o si vende, è necessario gestire la transazione tramite scansione dei codici QR.

Questo è uno dei motivi per cui Changelly offre alcuni dei migliori tassi di cambio e perciò vale la pena dargli un’occhiata.

Hello Awin!

Financer privacy settings

With using financer.com you acknowledge our terms and conditions as well as our data privacy policy. We use Cookies to analyze and track the usage of our website in order to improve our services. Certain Cookies require your active consent in order for us to collect this data. You can inform yourself about the third-party-services we use as well as withdraw your consent anytime in our Cookie-Settings.

Facebook Marketing

SEO Solutions Ltd. (we) as the provider of the website financer.com is using the Facebook-Pixel to promote our content and services to our visitors on Facebook as well as track the results from these marketing activities. This data is anonymised for us and serves for statistical purposes only. Facebook can connect the data collected from the Facebook Pixel with your Facebook profile (Name, E-mail, etc.) and use this for its own advertising purposes. you can view and control the data Facebook is collecting about your Facebook privacy settings.