Prestiti a fondo perduto per lanciare la tua Startup

Financer.com ti guida alla scoperta di

  • Finanziamenti a fondo perduto per le start-up
  • Incentivi per ripartire
  • Trova il meglio per la tua impresa

Inizia la comparazione

Quanto vorresti prendere in prestito?

Quanto credi sia possibile ricevere l'approvazione per un prestito oggi rispetto al 2020?
Molto probabile
4 voti
Abbastanza probabile
1 voti
Lo stesso
2 voti
Meno probabile
2 voti
Per nulla probabile
7 voti
Totale: 16 voti
Hai già votato
Quanto credi sia possibile ricevere l'approvazione per un prestito oggi rispetto al 2020?
Molto probabile
4 voti
Abbastanza probabile
1 voti
Lo stesso
2 voti
Meno probabile
2 voti
Per nulla probabile
7 voti
Totale: 16 voti
Hai già votato

Nelle prossime righe, ti aiuteremo a riconoscere i vari tipi di finanziamento a fondo perduto. Se sei qui probabilmente è perché hai intenzione di avviare una start-up. Oppure vuoi risollevare la tua impresa grazie ai contributi per l’emergenza Covid-19.

In questa guida scoprirai:

  • Da chi sono erogati i prestiti a fondo perduto
  • A chi sono dedicati
  • Come fare a richiederli
  • Soprattutto, come scegliere quello che più si adatta alle tue esigenze

Finanziamenti a Fondo Perduto, che cosa sono

I contributi a fondo perduto sono prestiti che non necessitano di essere restituiti o che possono richiedere una parziale restituzione dell’importo finanziato.

Sono prestiti rivolti a imprenditori o lavoratori autonomi che necessitano di un aiuto per avviare la propria impresa. Non si tratta di prestiti al consumo a tasso zero, ma di prestiti finalizzati all’avviamento o consolidamento di un’attività economica.

Di solito la restituzione, se prevista, avviene con un tasso agevolato più basso di quello del mercato (circa lo 0,5%).

I finanziamenti alle imprese a fondo perduto sono agevolazioni erogate da:

  • Unione Europea
  • Stato
  • Regioni

Prevedono interventi per sostenere i giovani imprenditori e imprenditrici che decidono di creare una start-up innovativa, una nuova impresa o di rimodernarne una già avviata.

I finanziamenti a fondo perduto sono dei prestiti agevolati accordati a determinate categorie di persone che vogliono entrare nel mondo dell’imprenditoria: Under 35, donne e disoccupati.

Bisogna precisare però, che il contributo viene erogato solo dopo aver presentato tutte le fatture e i documenti che attestano le spese sostenute.

Questo significa che prima dovrai anticipare le spese previste dal bando, e solo dopo aver verificato tutti i documenti, riceverai l’effettivo contributo.

Da chi vengono erogati i finanziamenti a fondo perduto?

Possiamo distinguere i contributi a fondo perduto in:

Fondi pubblici

  • Gestione diretta, in cui è l’Unione Europea stessa a stanziare i capitali
  • Gestione indiretta, quando sono lo Stato, le Regioni o i Comuni a finanziare i progetti presentati dai cittadini

Fondi privati

  • Enti privati di associazioni e fondazioni che erogano prestiti agevolati come forma di perseguimento dei propri obbiettivi

Chi può richiedere un Finanziamento a Fondo Perduto?

Chiunque abbia intenzione di aprire una nuova impresa o una start-up innovativa, o di ampliare un’impresa già esistente richiedendo finanziamenti a fondo perduto per attività già avviate.

Le categorie più interessate da questo intervento sono:

  • Giovani imprenditori under 30 e 35
  • Donne che vogliono fare impresa
  • Lavoratori autonomi
  • Disoccupati
  • Categorie più svantaggiate, come l’intervento Io resto al Sud previsto da Invitalia

Inoltre, ogni Regione decide di pubblicare bandi e finanziare progetti legati allo sviluppo del territorio stesso, promuovendo settori chiave come il turismo, l’agricoltura e il terziario.

È utile controllare periodicamente i bandi presentati dagli istituti che erogano i finanziamenti, in particolare:

  • Inail
  • Agenzia delle Entrate
  • Invitalia
  • Governo e i relativi Ministeri, in particolare il MEF
  • Regioni
  • Comuni

Richiedi un prestito in crowdfunding

Società Valutazione Complessiva Quanti lo Scelgono
Concrete 5.0 189 Vedi Istituto
Criptalia N/A 15 Vedi Istituto
Crowdestate 4.0 26 Vedi Istituto
Housers 3.6 79 Vedi Istituto
Re-Lender 4.0 167 Vedi Istituto
Recrowd N/A 16 Vedi Istituto

Prestiti a fondo perduto per l’emergenza Covid-19

In questo particolare periodo segnato dall’emergenza Coronavirus, il Decreto Ristori ha messo in atto le misure per il sostegno delle attività più colpite identificate con specifici codici operativi.

Il sostegno riconosce una serie di iniziative tra cui l’esonero del versamento dei contributi previdenziali, l’integrazione salariale con la Cassa di Integrazione Guadagni, ordinaria e in deroga.

Finanziamenti Covid-19

Il Decreto Legge del 9 novembre 2020 n. 149, cosiddetto Decreto Ristori presenta con l’allegato 1 a pagina 28 l’elenco dei Codici ATECO per richiedere il sostegno alle attività colpite dalle misure di contenimento della pandemia.

Scopri di più

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate sarà possibile effettuare la domanda per ottenere il finanziamento o gli esoneri associati a questo intervento speciale. 

Come ottenere un finanziamento a fondo perduto?

Possiamo trovare i bandi dell’Unione Europea sul sito della Commissione Europea e quelli gestiti dagli Enti statali o locali pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale o sul sito degli enti stessi.

Invitalia, l’Agenzia Nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’Impresa, è il portale dove trovare tutte le informazioni per ottenere le agevolazioni dedicate alla nascita o allo sviluppo di un’impresa.

Smart & Start Italia è il programma dedicato alle startup innovative coordinato dal Ministero dello sviluppo economico. Lo scopo è promuovere su tutto il territorio nazionale le condizioni per lo sviluppo di nuova imprenditorialità ad alto tasso di innovazione tecnologica.  

Digital Transformation è un altro intervento del Mise per finanziare gli interventi per il miglioramento della digitalizzazione delle imprese.

Beni strumentali “Nuova Sabatini” l’acquisto di beni essenziali per lo svolgimento delle attività produttive può essere finanziato grazie a questo speciale fondo ministeriale.

È importante individuare l’agevolazione più idonea e verificare di avere tutti i requisiti presenti nel bando. Quindi si dovrà inviare entro la data di scadenza la domanda con allegati tutti i documenti richiesti, tra cui il business plan.

Questo è il principale strumento per convincere gli investitori a puntare sul progetto.

Qualora non riuscissi ad accedere a queste opportunità, ricorda che sono comunque disponibili prestiti dedicati alle imprese sui quali potrai comunque contare.

Una soluzione efficace è rappresentata dal prestito tra pari, il Peer 2 Peer lending diretto alle imprese e finanziato direttamente online dalla folla. Si tratta di investimenti di piccole somme che gli utenti dei portali di crowdfunding fanno per finanziare le imprese più interessanti e riceverne in cambio un interesse.

Quali sono i vincoli?

Dopo aver ottenuto il finanziamento, bisognerà portare avanti il progetto per almeno 5 anni.

La sede operativa dell’azienda deve rimanere sul territorio per lo stesso periodo.

I beni e i macchinari acquistati con il finanziamento a fondo perduto non possono essere alienati, cioè rivenduti, per 5 anni a partire dall’inizio dell’attività.

Se il contributo a fondo perduto non prevede una copertura totale ma solo una parziale restituzione dell’importo finanziato, in genere il tempo massimo per restituire la somma a un tasso agevolato rispetto a quello di mercato, è di 8 anni.

È sempre molto importante leggere attentamente il bando per evitare sorprese sgradite.

Finanziamenti P2P per le imprese

Scelto 189 volte
  • Piattaforma di equity crowdfunding italiana specializzata in progetti immobiliari
  • Ticket minimo di investimento a partire da 5.000€ con ritorno atteso intorno al 10%
  • Due diligence e verifica dei progetti anche da parte di analisti super partes
  • Accesso alle informazioni di base e business plan di ogni progetto finanziato

Si può cumulare un finanziamento a fondo perduto con altri prestiti?

Uno dei vantaggi più importanti dei contributi a fondo perduto è che possono essere cumulati con altre agevolazioni, salvo diverse indicazioni nel bando.

Grazie a questa caratteristica, sarà possibile cumulare il prestito a fondo perduto con altri finanziamenti e agevolazioni erogati da altri enti italiani o internazionali.

È sempre una buona strategia diversificare le fonti di finanziamento per avviare un’attività economica.

Le possibilità offerte dal lending crowdfunding e dalle banche specializzate in questo settore possono rappresentare una fonte di accesso al credito

Financer.com ti aiuta a prendere la migliore scelta finanziaria per gestire al meglio il tuo denaro.

Le banche finanziano le imprese

Scelto 463 volte
  • Sostegno e sviluppo delle PMI con potenziale
  • Servizi su misura per imprese in difficoltà con fatturato sopra i 30milioni
  • Servizio di factoring per dare liquidità alle imprese
  • Loan Agency per il finanziamento su misura delle imprese
Scelto 688 volte
  • Nowbanking, app per PMI
  • Rendicontazioni e pagamenti direttamente da casa
  • Finanziamenti a breve e lungo termine
  • Proposte di leasing e noleggi a lungo termine attrezzature
Scelto 157 volte
  • Servizi per lo sviluppo del settore import/export
  • Supporto alla digitalizzazione del commercio prodotti
  • Easy POS per pagamenti con carta a commissione variabile
  • Credito agevolato e strumenti di finanza d’impresa
Scelto 1.911 volte
  • Prestiti personali e finalizzati da 500€ a 30.000€
  • Rimborso in 12 o 120 rate mensili
  • Duttilio permette di saltare fino a 3 rate durante il prestito
  • Cessione del quinto per dipendenti e pensionati

Financer.com Italia ti aiuta a prendere le decisioni finanziarie più adatte alle tue esigenze. Credi che questo articolo possa aiutare un imprenditore a fare la scelta giusta? Condividilo sui tuoi social!

Autore Laura Di Maria

Country Manager per Financer Italia, Laura consiglia i modi più adatti per investire il proprio denaro e amministrarlo nella maniera più efficace.

Condividi