Prestiti a Fondo Perduto

Scopri cosa sono i prestiti a fondo perduto e come richiederli!

Qui potrai informarti anche riguardo a quali Enti erogano questi finanziamenti e i requisiti da possedere per fare domanda.

Prestiti senza busta paga

Avete sempre sognato di aprire un’attività tutta vostra o di modernizzare la vostra impresa? Allora questa guida ai Finanziamenti a Fondo Perduto e ciò che fa per voi.

Nelle prossime righe, vi aiuteremo a conoscere i vari tipi di Finanziamenti a Fondo Perduto, a chi sono dedicati, da chi sono erogati e come fare a richiederli; ma soprattutto a scegliere quello che più si adatta alle vostre esigenze.

I Finanziamenti a Fondo Perduto sono una delle agevolazioni che l’Unione Europea, lo Stato e le Regioni prevedono per sostenere i giovani imprenditori e imprenditrici che decidono di creare una start-up, una nuova impresa o di rimodernarne una già avviata.

Finanziamenti a Fondo Perduto: le nozioni fondamentali

Prestiti senza busta pagaCome abbiamo anticipato, i Finanziamenti a Fondo Perduto sono, per definizione, dei prestiti agevolati che vengono concordati a determinate categorie di persone considerate le più bisognose di supporto per entrare nel mondo dell’imprenditoria: Under 35, donne e disoccupati.

Questi Contributi a Fondo Perduto possono prevedere dei prestiti che non necessitano di essere restituiti o che possono richiedere una parziale restituzione dell’importo finanziato, con un tasso agevolato solitamente più basso di quello del mercato (circa lo 0,5%). 

In alcuni casi, il tasso sarà addirittura dello 0%: ciò significa che non sarà dovuto alcun interesse sul capitale ricevuto in prestito.

Una differenza fondamentale con i prestiti personali è che i Finanziamenti a Fondo Perduto vengono erogati per aprire una nuova impresa, non necessitano di particolari garanzie e vengono concessi a chiunque ne faccia richiesta, se idoneo ai requisiti del bando.

Sono, in poche parole, delle misure economiche che gli Enti Pubblici adottano per favorire lo sviluppo economico e l’economia del territorio.

Bisogna precisare però, che il contributo viene erogato solo dopo che avete presentato tutte le fatture e i documenti che attestano le spese che avete sostenuto.

Questo significa che prima dovrete anticipare le spese previste dal bando, e solo dopo aver verificato tutti i documenti, riceverete l’effettivo contributo.

Da chi vengono erogati i Finanziamenti a Fondo Perduto?

chi eroga prestiti fondo perdutoPossiamo distinguere i Contributi a Fondo Perduto in: 

Gestione diretta, in cui è l’Unione Europea stessa a stanziare i capitali;

Gestione indiretta, quando sono lo Stato, le Regioni o i Comuni a finanziare i progetti presentati dai cittadini.

Ma non dimentichiamoci degli Enti Privati: basti pensare alle associazioni e alle fondazioni che erogano prestiti agevolati come forma di perseguimento dei propri obbiettivi.

Chi può richiedere un Finanziamento a Fondo Perduto?

Chiunque abbia intenzione di aprire una nuova impresa o una start-up, o ancora di ampliare un’impresa già esistente.

Nonostante tutto, si concentrano perlopiù a favore dei giovani imprenditori under 30 e 35, alle donne che vogliono fare impresa, ai disoccupati e in generale alle categorie più svantaggiate.

Inoltre, ogni Regione decide di pubblicare bandi e finanziare progetti legati allo sviluppo del territorio stesso, promuovendo il turismo piuttosto che l’agricoltura ed il settore terziario.

Un occhio di riguardo meritano i prestiti a tasso zero dedicati alle categorie Under 30-35 (conosciuti anche come “prestiti giovanili) e alle donne.

Qualora non riuscissi ad accedere a queste vantaggiose opportunità, ricorda che sono comunque disponibili prestiti dedicati alle imprese sui quali potrai comunque contare.

Come presentare la domanda?

presentare domanda fondo perdutoInnanzitutto, è necessario avere ben chiaro in mente il tipo di progetto che si vuole avviare.

Possiamo trovare i bandi dell’Unione Europea sul sito della Commissione Europea e quelli gestiti dagli Enti Statali o Locali pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale locale o sul sito degli enti stessi.

Un altro sito in cui potrete trovare tutte le informazioni necessarie per ottenere le agevolazioni dedicate alla nascita o allo sviluppo di un’impresa è quello di Invitalia, l’Agenzia Nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’Impresa.

Una volta che avete individuato l’agevolazione più idonea a voi e aver verificato di avere tutti i requisiti presenti nel bando, basterà semplicemente inviare entro la data di scadenza la domanda con allegati tutti i documenti richiesti, tra cui il business plan.

Questo è infatti il principale strumento che vi servirà per convincere gli investitori a puntare su di voi e sul vostro progetto.

Quali sono i vincoli?

vincoli fondo perdutoDopo aver ottenuto il finanziamento, bisognerà portare avanti il progetto per almeno 5 anni.

La sede operativa dell’azienda deve rimanere sul territorio per lo stesso periodo e sia tanto i beni quanto i macchinari acquistati con il Finanziamento a Fondo Perduto non possono essere alienati per 5 anni, a partire dall’inizio dell’attività.

Se il Contributo a Fondo Perduto non prevede una copertura totale ma solo una parziale restituzione dell’importo finanziato, in genere il tempo massimo per restituire la somma ad un tasso agevolato rispetto a quello di mercato, è di 8 anni.

È possibile cumulare un finanziamento a fondo perduto con altri prestiti?

cumulo prestitiUno dei vantaggi più importanti dei Contributi a Fondo Perduto è che possono essere cumulati con altre agevolazioni, salvo diverse indicazioni nel bando.

Grazie a questa caratteristica, sarà possibile cumulare il Finanziamento a Fondo Perduto con altri finanziamenti e agevolazioni erogati da altri Enti Italiano o Internazionali.

Rimane comunque molto importante leggere attentamente il bando per evitare sorprese sgradite.

Dai anche un’occhiata alle nostre guide prima di presentare la tua richiesta!

Sull'autore

Rimani in contatto con Financer.com

Seguici su Facebook

×

Per favore esprimi il tuo giudizio su Prestiti a Fondo Perduto