Utilizzare al Meglio un Prestito Personale

  • Quando richiedere un prestito personale è una buona idea?
  • Quando è invece meglio pensare a un’alternativa?

Scoprilo con noi in questo articolo!

Prestiti personali

Le carte di credito sono l’ideale per prendere in prestito denaro a breve scadenza, ma non sono l’ideale quando hai bisogno di tempo per rimborsare i soldi.

Il tasso di interesse medio delle carta di credito (sopratutto le revolving) è attualmente superiore al 17%.

Sono parecchi soldi che finiscono per pagare interessi senza ricevere alcun beneficio reale, e il costo può essere ancora più importante se il rimborso avverrà nel medio-lungo termine.

Per questo motivo – e in realtà, anche per molti altri – molti consumatori scelgono di appoggiarsi a un prestito personale per finanziare i propri acquisti.

A differenza delle carte di credito con tassi di interesse variabili, i prestiti personali hanno un tasso di interesse fisso in genere molto più basso.

I prestiti personali hanno anche una scadenza fissa e una rata di rimborso mensile fissa che non ti sorprenderà mai.

Se hai bisogno di prendere in prestito una grossa somma di denaro e conti di restituirla in 24, 48, 60 mesi o più, un prestito personale è di certo la soluzione meno costosa e più gestibile.

Come dovresti (e non dovresti) usare un prestito personale

Prestiti personali e carte di credito condividono le stesse insidie, incluso il modo in cui si può facilmente finire a rimborsare più di quanto il proprio reddito possa permettere.

Puoi spendere troppo e causare problemi che si rifletteranno sulla gestione delle tue finanze personali se non stabilisci dei limiti.

Esistono modi intelligenti per usare un prestito personale e altri disastrosi che possono lasciarti in braghe di tela. Ecco alcuni consigli per utilizzare un prestito personale in maniera costruttiva e anche alcune situazioni da evitare a tutti i costi.

Consolidare i debiti pregressi

consolidamento debitiSe hai dei debiti per i quali stai pagando degli alti interessi che diventano sempre più difficili da rimborsare, la richiesta di un prestito personale al fine di consolidare la situazione può avere di sicuro senso.

Immagina che il rimborso del denaro utilizzato tramite carte di credito preveda un tasso medio del 17% o superiore e che tu sia in grado di poter richiedere un prestito personale a consolidamento dei debiti pregressi a un tasso del 5% o 6%.

Non solo risparmierai un sacco di soldi per i pagamenti degli interessi, ma ti semplificherai la vita passando da pagamenti multipli su base mensile a uno solo.

Ristrutturare casa

manutenzione casaAnche qui, le voci di spesa si sprecano.

La realizzazione di un bagno di fascia media costa intorno ai 9.000 €, mentre dare un nuovo look  alla cucina di casa può richiedere in media qualcosa come 6.000 €, secondo le stime di settore.

Con un prestito personale affrontare spese simili è meno difficoltoso, grazie alla maggiore liquidità a disposizione che verrà poi rimborsata con rate mensili.

Se invece intendi acquistare un nuovo immobile, meglio pensare a un prestito finalizzato.

Le costose riparazioni domestiche

manutenzione immobileLa manutenzione o sostituzione di un tetto in tegole che presenta perdite può costare anche 20.000 €, e una somma simile può mettere in grossa difficoltà le finanze personali.

Il tetto naturalmente non è l’unica parte di un’abitazione a prevedere costi di manutenzione tanto importanti: basti pensare ai vari impianti come quelli idraulici, elettrici e così via.

Con un prestito personale far fronte a questi costosi imprevisti è molto più semplice.

La manutenzione dell’auto

manutenzione autoSe l’auto che guidi per recarti al lavoro quotidianamente si rompe e il costo per la riparazione è elevato, la richiesta di un un prestito personale anche in questo caso potrebbe essere la scelta più saggia.

In questo modo non dovrai intaccare i risparmi, ma potrai fronteggiare l’esborso grazie a pratiche rate mensili.

Avviare un’attività economica

imprenditoreInfine, un prestito personale può essere utilizzato per coprire i costi di avviamento di una nuova iniziativa economica.

Man mano che la tua attività cresce e diventa redditizia, puoi rimborsare il tuo prestito e reinvestire i profitti.

Come NON usare un prestito personale

Lo diciamo chiaramente: non richiedere un prestito personale se pensi di utilizzarlo in uno nei seguenti modi:

Pagare una vacanza che non ti puoi permettere

Se hai bisogno di prendere in prestito del denaro per andare in vacanza, significa che non puoi permetterti di andarci.

Questa è una verità dolorosa, una di quelle che tante persone rifiutano di riconoscere.

Pagare una vacanza con un prestito personale può sembrare una buona idea, ma te ne pentirai una volta che ti ritroverai a pagare delle rate per gli anni a venire.

Corsi universitari

Studiare e migliorare le proprie conoscenze è un modo intelligente per investire su se stessi, ma se non hai a disposizione le risorse finanziarie dovresti pensare a un prestito finalizzato per studenti  piuttosto che a un classico prestito personale.

Non solo i prestiti agli studenti hanno spesso tassi d’interesse agevolati, ma ti concedono l’accesso a benefici e protezioni governative come la garanzia dello Stato e il rimborso differito nel tempo.

Comprare una nuova auto

Comprare un’auto con un prestito personale non è l’idea peggiore del mondo, ma di certo non è la migliore.

Un prestito auto finalizzato (e quindi garantito dall’auto che stai acquistando) probabilmente avrà un tasso di interesse più basso e condizioni migliori.

Investire

svantaggi investimenti immobiliariPotresti credere di poter realizzare dei guadagni grazie al differenziale tra gli interessi da restituire sul tuo prestito personale e la rendita dell’investimento, ma non ci sono garanzie al riguardo e non importa quanto tu sia esperto.

Qualsiasi attività di investimento implica l’assunzione del “rischio d’impresa“: se fallirai, dovrai affrontare una situazione finanziaria difficile, in quanto si aggiungeranno gli interessi da rimborsare.

(Per scoprire di più sul mondo degli investimenti, dai uno sguardo a questo articolo).

Quando richiedere un prestito personale?

pro contro prestiti personaliCome abbiamo visto i prestiti personali sono facili da richiedere, e questo li rende incredibilmente accattivanti ma anche pericolosi.

Richiedere un prestito per le ragioni sbagliate senza avere pronto un piano di rimborso valido ed efficiente, potrebbe rivelarsi una decisione finanziaria che rimpiangerai per lungo tempo.

Come regola generale, ha senso prendere in prestito denaro quando si ha uno scopo chiaro e un piano realistico per ripagarlo.

Tienilo a mente quando deciderai di richiederne uno!

Sull'autore

Rimani in contatto con Financer.com

Seguici su Facebook

×

Per favore esprimi il tuo giudizio su Utilizzare al Meglio un Prestito Personale