Prestiti: come trovare quello giusto per te nel 2022

Scopri quale istituto di credito offre il prestito più adatto alle tue esigenze. Confronta gratis le diverse offerte con gli strumenti di Financer.com.

Visto su

entrepreneur-logo.svg
forbes-logo.svg
business-insider-logo.svg
globo-logo.svg
focus-logo.svg
dagens-industri-logo.svg

Confronta i migliori prestiti del 2022

Scelto 4396 volte
  • Piattaforma online per i prestiti personali tra pari
  • Esito finale istruttoria entro 24 ore dalla richiesta
  • Prestiti a tasso fisso e TAEG 6,09%
  • Zero costi nascosti o revolving
Scelto 1549 volte
  • Prestiti a cattivi pagatori e protestati
  • Prestiti personali fino a 75.000€
  • Direttamente online
  • Procedura semplice online
Scelto 82 volte
  • Estinzione del debito ricorrendo alla 3/2012 sul Sovraindebitamento
  • Liquidazione dei debiti senza chiedere un altro prestito
  • Servizio gratuito e senza impegno
  • Tramita verso gli specialisti per la esdebitazione

Perché confrontare i prestiti con Financer.com

Servizio 100% gratuito
Servizio 100% gratuito
Non hai bisogno di iscriverti
Non hai bisogno di iscriverti
Risultati immediati
Risultati immediati
Trovi il prestito più giusto per te
Trovi il prestito più giusto per te

Come confrontare i prestiti

Trova l’offerta più conveniente per te, grazie agli strumenti di comparazione di Financer.com
Come confrontare i prestiti
1
Definisci di quanto hai bisogno
Più chiedi è più diventa impegnativo ottenere il prestito e anche ripagarlo.
2
Confronta interessi e durata del prestito
Meno rate devi pagare, sia come numero che come valore, meglio è per te. Quindi non fermarti mai alla prima opzione. Confronta più alternative possibili per trovare la più conveniente.
3
Imposta il tuo budget
Devi stabilire in anticipo come ripagherai il debito. Valuta quanto puoi mettere da parte ogni mese per il saldo delle rate.
4
Analizza i termini e le condizioni del prestito
Non limitarti alle informazioni generali sulle rate. Attiva un prestito solo dopo aver analizzato in dettaglio il contratto tra te e l’istituto di credito. In finanza personale è sempre meglio evitare le sorprese.

Prestiti come funzionano

I prestiti sono un servizio finanziario con cui il richiedente una somma di denaro subito a credito. Chi ottiene questa liquidità dovrà poi:

  • ripagare il debito per intero,
  • con in più gli interessi.

Cosa sono gli interessi?

Semplificando all’osso, le banche funzionano secondo questa logica:

  • ricevono soldi dai clienti che aprono un conto presso l’istituto,
  • a quel punto usano quei soldi per offrire dei prestiti,
  • chi richiede il prestito, lo rimborsa con in più una somma extra (l’interesse),
  • questo per la banca rappresenta un guadagno,
  • una parte dei guadagni va ai clienti con un conto presso la banca,
  • in questo modo l’istituto attira nuovi clienti e nuovi soldi, e il circolo ricomincia.

L’interesse in pratica rappresenta una spesa per chi richiede il prestito, e il profitto per la banca e chi mette a disposizione i propri soldi.

Come si calcolano gli interessi su un prestito?

Uno dei compiti principali degli istituti di credito è proprio questo: calcolare l’interesse giusto.

Deve essere abbastanza alto per garantire un guadagno e compensare il rischio di un mancato pagamento.

Ma non troppo alto, altrimenti nessuno richiede più prestiti.

Ogni istituto usa parametri diversi, per cui conviene confrontare le diverse offerte. In questo modo trovi quella più conveniente per la tua particolare situazione.

TAN e TAEG cosa sono?

TAN e TAEG sono due numeri con cui si misurano gli interessi.

Il TAN è il Tasso Annuo Nominale, indica il puro valore degli interessi che il cliente dovrà pagare.

Il TAEG è il Tasso Annuo Effettivo Globale, indica il valore degli interessi da pagare con in più le spese di gestione del prestito.

Quest’ultimo valore rappresenta quindi un indicatore più completo del costo di un prestito e quindi della sua convenienza o meno.

I requisiti necessari per un prestito

Ogni istituto può avere delle richieste specifiche, ma in genere questi sono i requisiti necessari:

  • un documento d’identità,
  • prova di residenza regolare in Italia (specie per i cittadini stranieri),
  • una documentazione adeguata per dimostrare il tuo reddito (busta paga, cedolino della pensione, modello unico per i professionisti con partita IVA).

Quasi sempre gli istituti di credito chiedono anche un IBAN italiano, su cui inviare il prestito. Se non ne hai uno, leggi la guida sui conti corrente.

NB Non hai un reddito regolare? Puoi comunque richiedere un prestito. Trovi le opzioni a tua disposizione nella guida ai prestiti senza busta paga.

Le diverse tipologie di prestito

Quando ti avvicini al mondo dei prestiti ti senti un po’ perso. Ce sono un’infinità. E spesso le differenze tra una formula e l’altra lasciano qualche punto di domanda.

Qui sotto trovi una panoramica dei principali termini che troverai. Così ti orienti meglio e più in fretta.

Prestiti personali

Il prestito personale è in un certo senso l’opposto del finanziamento.

Ti permette di ricevere liquidità sul tuo conto corrente e anche senza una finalità specifica.

Spesso se l’uso del denaro non è precisato il tasso d’interesse offerto dalla banca può risultare meno vantaggioso.

Puoi approfondire l’argomento nella guida specifica → Guida ai prestiti personali

Cessione del quinto

Questa è una formula di prestito particolare riservata ai lavoratori dipendenti e ai pensionati.

L’elemento distintivo è sul fronte degli interessi e del saldo del prestito.

Avviene in automatico con prelievi dalla busta paga o dalla pensione non superiori al 20% (il quinto appunto) del suo valore.

Anche qui un sacco di istituti offrono il servizio, per cui conviene sempre confrontare le alternative per trovare la migliore.

Qui trovi la guida completa → Guida alla cessione del quinto

Prestiti d’onore

Questi sono prestiti con condizioni vantaggiose, ma riservati per giovani che vogliono:

  • conseguire una laurea,
  • oppure avviare un’attività produttiva in proprio.

Puoi saperne di più nella guida dedicata → Guida ai prestiti per giovani

Prestiti per le imprese

Come il nome lascia intendere si tratta di finanziamenti riservati per le aziende o i professionisti con partita IVA.

 

Finanziamento

A volte è un sinonimo di prestito, ma spesso si usa questo termine quando il denaro richiesto ha un acquisto specifico.

Per esempio nel caso del finanziamento auto.

Spesso la somma in questione non arriva sul tuo conto corrente. La banca invece la consegna subito al venditore.

Prestiti online

I prestiti online non sono una categoria diversa. Con questo termine ci si riferisce alla modalità della richiesta.

Ormai tutti gli istituti prevedono la possibilità di inviare la domanda di prestito via internet.

Anzi alcuni, eliminando le filiali sul territorio, hanno costi più bassi e riescono a volte a offrire condizioni più vantaggiose.

Prestiti tra privati (P2P lending)

Questa è la modalità di prestito più vecchia del mondo.

Ma ha assunto un ruolo nuovo, grazie alla tecnologia.

Oggi ci sono istituti che raccolgono i soldi dai privati e poi tramite internet offrono prestiti ad altri privati.

Puoi approfondire l’argomento sulla guida dedicata → Guida al P2P lending

Mutuo

Questo è il prestito per l’acquisto della casa, e rientra in un certo senso nella categoria dei finanziamenti.

In genere lo trovi presentato a parte perché può avere delle caratteristiche particolari. L’importanza dell’acquisto di una casa e le somme coinvolte, rendono necessaria una particolare attenzione da parte degli istituti di credito.

Per cui su questo fronte puoi trovare un sacco di offerte specifiche.

Qui trovi la guida approfondita al tema → Guida ai mutui

Confronta i prestiti e invia la tua domanda online

Confronta le condizioni dei prestiti dai migliori istituti di credito.

Usa lo slider di Financer.com per iniziare la tua ricerca ed effettuare una prima analisi delle diverse offerte.

Puoi confrontare i prestiti di ogni tipo in base alla somma e alla durata che preferisci.

Inizia la comparazione

Quanto vorresti prendere in prestito?

Domande frequenti

Come chiedere un prestito?

Prima della richiesta assicurati di confrontare le alternative. Su questo Financer.com ti può essere di grande aiuto.

Poi procedi con la domanda. Di solito puoi effettuare tutto online, ma alcuni istituti hanno anche delle filiali sul territorio.

Assicurati di aver sottomano tutti i documenti necessari in modo da evitare perdite di tempo inutili.

Quanti prestiti si possono avere?

Non c’è un limite assoluto.

In genere però più prestiti hai attivi, e più diventa difficile richiederne uno in più.

Anche dal punto di vista della gestione per te può risultare un problema. Dovrai tenere a mente un sacco di scadenza e dettagli diversi. Per questo alcuni istituti offrono la formula consolidamento debiti.

In pratica unisci tutti i tuoi prestiti sotto l’ombrello di un unico operatore. Non è sempre l’opzione ideale, ma tieni presente che esiste.

Quale finanziaria fa prestiti senza busta paga?

I prestiti senza busta paga sono una categoria ampia.

Tutti gli istituti o quasi non hanno problemi a offrire il loro denaro ai pensionati o ai professionisti con partita IVA con entrate regolari.

Se non hai un reddito fisso, puoi comunque ottenere un prestito se riesci a offrire garanzie sulla tua capacità di ripagarlo.

Per approfondire l’argomento vai alla guida specifica.

Prestiti per persone con cattivo credito: come fare domanda?

La procedura per la richiesta in genere è la stessa. L’importante è dimostrare di avere una migliore situazione finanziaria.

La valutazione finale spetta all’istituto. Ma se offri migliori garanzie per il saldo del tuo debito, hai probabilità migliori di vedere accettata la tua domanda.

Dopo quanto si può rifinanziare un prestito?

Di per sé non ci sono limiti assoluti.

Tutto dipende dall’accordo con l’istituto di credito.

Tieni conto che oltre a un rifinanziamento del prestito presso il prestatore, puoi anche avvalerti di un servizio di consolidamento del debito.

In questo caso vai da un altro istituto e apri un nuovo prestito con cui paghi il precedente. Puoi usare questa formula per un singolo prestito, oppure per unificare varie rate in un unico pagamento.

Dove conviene chiedere un prestito?

Dipende.

Lo scopo di Financer.com è proprio quello di aiutarti in questa scelta. Con gli strumenti presenti nel sito puoi confrontare diverse alternative e trovare quella più adatta a te.

Non limitarti mai alla prima offerta che trovi. Assicurati di valutare tutte le opzioni a tua disposizione in modo da compiere una scelta il più razionale possibile.

Prestito rifiutato dopo quanto posso riprovare?

Non c’è un limite rigido.

Ho visto alcuni istituti consigliare di re-inviare la domanda dopo 6 mesi.

L’importante però non è tanto il fattore tempo, quanto le garanzie che offri alla banca. Quando quelle migliorano allora anche le possibilità di approvazione della richiesta migliorano.

Come estinguere un finanziamento in anticipo?

Il pagamento anticipato di un prestito è in genere possibile.

Nel momento in cui procedi per questa via puoi ottenere un risparmio, ma non sempre. Dipende da quali sono gli accordi con l’istituto di credito.

La banca infatti può chiederti una mora per gli interessi che non maturerà.

Conviene quindi valutare sempre questo elemento PRIMA di attivare un prestito. E se ne hai uno già attivo, contatta il servizio clienti dell’istituto e chiedigli quali condizioni si applicano al tuo caso specifico.

Vedi altri post

Quanto risparmiare al mese?

Cerchi un metodo che per calcolare quanto risparmiare al mese? Qui sotto ti aiuto a trovare la risposta in base alla tua situazione specifica. Perché è ...

Vedi altre pagine wiki