Conto Corrente

Devi aprire un conto corrente ma non sai cosa scegliere? In questo articolo trovi i suggerimenti utili per iniziare

Conto corrente

Filtri reset
Filtri
Scelto 222 volte
  • Conto corrente a zero spese per 12 mesi, poi gratis con accredito stipendio
  • Prelievi ATM gratis da 100€ e Conto deposito a 1,60% con vincolo di 6 mesi
  • Linea di credito immediata per rateizzare le spese fino a 1.500€ TAEG 11,22%
  • Apertura mutuo richiesta surroga completamente online
Scelto 309 volte
  • Pagamenti e prelievi sempre gratis
  • Conto corrente tedesco senza limiti di operatività
  • Possibilità di richiedere assicurazione viaggi e telefono
  • Il pacchetto premium include sconti e programmi payback
Scelto 359 volte
  • Conto corrente completamente online tutto italiano
  • Diverse linee di prodotto compreso il conto deposito con rendimento variabile
  • Comprende proposte di risparmio per i minorenni
  • Applicazione smart e assistenza diretta sempre

Il conto corrente è lo strumento finanziario che la banca mette a disposizione per gestire il proprio denaro. A nessuno, o quasi, salta in mente di nascondere i soldi sotto il materasso. Si sceglie di affidarsi a un istituto di credito per poter amministrare il proprio patrimonio in maniera semplice e sicura.

Ogni conto è associato a un numero identificativo, il famoso IBAN, International Bank Account Number. Rappresenta le coordinate identificative per ricevere e inviare pagamenti all’interno della Comunità Europea.

Il conto corrente rappresenta il servizio di base che la banca offre ai propri clienti. Non sono disponibili operazioni complesse, ma di norma è prevista la possibilità di:

  • Accreditare stipendio o pensione
  • Domiciliare i pagamenti frequenti, come abbonamenti e utenze
  • Versare assegni
  • Prelevare e versare contanti

Cosa serve per avere un conto corrente

Conto corrente - Financer.com Italia

Secondo la normativa italiana tutti hanno la possibilità di aprire un conto corrente. Il requisito minimo è di avere raggiunto la maggiore età, mentre le condizioni specifiche vengono stabilite dalle singole banche.

Questo significa che anche soggetti che si trovano in una speciale posizione finanziaria possono avere accesso a questo servizio.

È il caso dei protestati, coloro che non sono riusciti a saldare i propri debiti nei tempi stabiliti. Anche per questo tipo di clienti è possibile avere accesso al conto corrente. Ma la norma non vieta alle banche di stabilire i criteri di approvazione delle richieste di apertura del conto.

Così come è noto che la banca ha accesso a informazioni personali sul credit score e l’eventuale registro nell’Ufficio Protesti presso la Camera di Commercio pertinente.

Un’alternativa all’apertura del conto corrente in banca può essere la richiesta di una carta prepagata presso uno qualsiasi dei tanti istituti finanziari che operano come gestori della moneta elettronica.

Si tratta della cosiddetta carta conto con Iban, un servizio snello e agile che offre accesso alla maggior parte dei servizi di un vero e proprio conto corrente.

L’utente deve fare attenzione e valutare bene il costo complessivo del conto corrente vero e proprio rispetto alla carta prepagata con Iban.

Un numero sostenuto di operazioni potrebbe superare di gran lunga il canone annuo che la banca richiede per l’erogazione dei servizi associati al possesso del conto corrente.

Aprire un conto corrente online

Conto corrente online - Financer.com Italia

I conti correnti possono essere aperti presso la filiale della banca. Di solito la scelta di affidarsi a un operatore oppure a un altro dipende dalla solidità dell’istituto, ma anche dai vantaggi che consente di ottenere.

Molte banche mettono a disposizione servizi paralleli per incentivare l’apertura del conto da parte di nuovi clienti.

Spesso però, i vantaggi associati all’apertura di un conto presso una filiale fisica non ripagano gli alti costi che bisogna sostenere tra canone, commissioni e altre spese.

L’opzione del conto corrente online si fa sempre più reale per molti. Sono diversi gli istituti che operano solo per via telematica e che non hanno sedi fisiche alle quali fare riferimento. Strutture più leggere sotto il punto di vista della gestione dei costi, sono anche meno onerose per l’utente finale.

D’altra parte bisogna essere disposti a rinunciare al contatto umano con un operatore che possa essere presente per risolvere necessità specifiche.

Chat, numero verde, formulari di contatto rappresentano l’altro lato della medaglia della smaterializzazione delle banche.

Quando si paga l’imposta di bollo sul conto corrente

Imposte conto corrente - Financer.com Italia

È bene sottolineare che il conto corrente a zero spese non esiste. Ci saranno sempre delle commissioni o dei costi accessori che si dovrà essere disposti a pagare per avere diritto al servizio del conto corrente.

Anche quando conto e pagamenti con carta sono gratuiti, sarà il titolare del negozio a dover corrispondere una percentuale del proprio guadagno per l’uso del POS e del pagamento elettronico.

È raccomandabile prestare grande attenzione quando si sceglie di aprire un conto corrente immaginando con che frequenza e in che modalità verrà usato.

Una delle spese che di certo gravano sul patrimonio del cliente è la famosa imposta di bollo sul conto corrente. Si tratta di una tassa applicata quando che la giacenza supera i 5.000 € e sono interessati:

  • Conto corrente bancario
  • Conto corrente postale
  • Libretti di risparmio

L’importo varia in base al soggetto, se persona fisica o giuridica:

  • Utente privato: 34,20 €
  • Partita iva, azienda, impresa: 100 €

Qual è il miglior conto corrente

Alla luce di quanto detto si capisce che scegliere il miglior conto corrente dipende dalle necessità specifiche.

In base al tipo di operatività può essere utile optare per una soluzione più semplice e snella, come un conto carta dotato di Iban.

In questo caso è più semplice trovare un conto corrente a zero spese o decisamente più contenute. Ma si dovrà essere disposti a rinunciare a qualche servizio, come la carta di credito o al fido.

Qui su Financer.com ci occupiamo di confrontare le migliori offerte dei prodotti finanziari. Questi sono gli istituti che offrono le condizioni più interessanti ai prezzi più vantaggiosi.

illimityLa prima banca online tutta italianaScopri di più
Banca EticaGestione responsabile del denaroScopri di più
WidibaConto online ricco di servizi e a costo contenutoScopri di più
N26La banca online tedesca da oggi con IBAN italianoScopri di più
VIABUYPrepagata senza controllo di reddito dimostrabileScopri di più
Crédit AgricoleStorico istituto finanziario francese offre tanti prodottiScopri di più
YAPPrepagata disponibile da 12 anniScopri di più
MoneseCarta prepagata a zero spese anche per protestatiScopri di più
HYPEEletto da il Sole 24Ore miglior prodotto finanziario 2018Scopri di più
RevolutConto multivaluta a zero speseScopri di più
CheBanca!Prodotti tradizionali e consulenza risparmio e investimentoScopri di più
Autore Laura Di Maria

Country Manager per Financer Italia, Laura consiglia i modi più adatti per investire il proprio denaro e amministrarlo nella maniera più efficace.

Condividi
Ultimo aggiornamento 11 Settembre 2020