Cessione del Quinto

Stai pensando di chiedere un finanziamento tramite cessione del quinto? Su Financer potrai trovare le migliori offerte disponibili sul mercato!

Migliori finanziarie

Scelto 427 volte
  • Da 2.000 a 60.000€ fino a 120 mesi
  • Anche in presenza di altri finanziamenti in corso e non serve garante
  • Si può richiedere anche con la pensione minima, da 600€
  • Erogato in collaborazione con Agos, assicurazione inclusa senza oneri aggiuntivi
Scelto 362 volte
  • Conto corrente a zero spese per 12 mesi, poi gratis con accredito stipendio
  • Prelievi ATM gratis da 100€ e Conto deposito a 1,60% con vincolo di 6 mesi
  • Linea di credito immediata per rateizzare le spese fino a 1.500€ TAEG 11,22%
  • Apertura mutuo richiesta surroga completamente online
Quanto credi sia possibile ricevere l'approvazione per un prestito oggi rispetto al 2019?
Voto
Quanto credi sia possibile ricevere l'approvazione per un prestito oggi rispetto al 2019?
Voto
cessione del quinto

La cessione del quinto è una forma di finanziamento personale piuttosto comune in Italia, a cui possono ricorrere i titolari di busta paga o pensione.

Vediamo insieme come è strutturato e quali sono le caratteristiche principali di tale operazione finanziaria.

Cessione del quinto: che cos’è?

Cessione del quinto online - Financer.com Italia

Tecnicamente, la cessione del quinto si configura come un prestito personale al consumo di durata medio/lunga e non finalizzato (ovvero, non necessariamente legato a un acquisto definito).

Il nome stesso spiega in parte la struttura di questo prodotto finanziario: si basa infatti sulla trattenuta delle rate di rimborso direttamente su busta paga o pensione, fino a un massimo del 20% (o 1/5) dell’importo netto dello stipendio netto mensile.

Cessione del quinto: il funzionamento

Cessione del quinto - Financer.com Italia

Alla base di questa operazione finanziaria c’è la stipula di un contratto tra l’ente finanziatore e il soggetto richiedente.

In forza del contratto, colui che riceve il prestito è vincolato alla restituzione del capitale ricevuto più gli interessi maturati entro un periodo di tempo prestabilito, variabile da un minimo di 24 a un massimo di 120 mesi.

Cessione del quinto: i vantaggi

Lo schema della cessione del quinto presenta diversi punti a suo favore:

  • Nessuna necessità di co-garanti (firma singola)
  • Elevate probabilità che la richiesta venga effettivamente accettata in presenza dei requisiti necessari
  • Sostenibilità della rata, che non potrà mai superare il 20% dello stipendio netto mensile
  • Disponibile anche per cattivi pagatori e protestati

Cessione del quinto: chi può richiederlo?

I soggetti che possono richiedere di accedere alla cessione del quinto sono:

  • Dipendenti privati
  • Dipendenti pubblici o di aziende municipalizzate
  • Pensionati

In genere, per poter avanzare la richiesta è necessario che l’azienda per cui si lavora abbia più di 16 dipendenti. Tuttavia, sono diverse le società finanziarie che accettano di erogare prestiti anche in mancanza di questo requisito.

Solitamente, per i pensionati è previsto un limite massimo di 80 anni per la presentazione della domanda, 86 alla fine del periodo del rimborso.

Per quanto riguarda i lavoratori, il contratto deve essere a tempo indeterminato; potrebbe essere possibile usufruire della cessione del quinto pure in presenza di un contratto a tempo determinato, ma solo per piccoli importi.

L’approvazione della richiesta è comunque a discrezione dell’istituto bancario.

Lo sapevi?

Il tuo datore di lavoro non può rifiutare una richiesta di cessione del quinto! Sarà suo compito trattenere la cifra stabilita per la rata e versarla all’istituto erogatore.
In caso di dimissioni o licenziamento, dovrà trattenere la liquidazione maturata dal dipendente e versarla all’ente finanziario a copertura del prestito.

Cessione del quinto: esclusioni per i pensionati

Non tutti i pensionati possono accedere alla cessione del quinto.

Le seguenti categorie infatti non possono presentare richiesta:

  • Piccoli pensionati
  • Titolari di pensioni inferiori a 650 € mensili
  • Percettori di pensione di invalidità civile

Sono inoltre esclusi i pensionati di età superiore a 80 anni.

Cessione del quinto: gli importi

L’ammontare di denaro che può essere richiesto tramite cessione del quinto varia in funzione dell’importo della busta paga o pensione.

Per un’idea generale, puoi prendere in esame l’importo netto della tua busta paga e dividerlo per cinque; il risultato sarà l’importo massimo della rata. Moltiplicalo per 120 e otterrai l’importo massimo finanziabile.

Cessione del quinto: come richiederlo

Per la presentazione della domanda, è possibile rivolgersi a un intermediario finanziario oppure avvalersi di un mediatore creditizio iscritto all’apposito albo della Banca d’Italia.

In questo caso, sarà poi suo compito quello di interfacciarsi per nome e conto del cliente con le società finanziarie erogatrici.

Il compenso spettante al mediatore verrà pagato dall’ente finanziario, non dovrai perciò preoccuparti di questo aspetto.

A differenza del passato, non è più necessario recarsi nelle filiali sul territorio per presentare domanda: sono oggi presenti diversi operatori online specializzati nel seguire questo genere di pratiche.

Cessione del quinto: attento ai costi!

Prestito con cessione del quinto - Financer.com Italia

Prima di accettare la proposta di cessione del quinto di un istituto finanziario, è bene prestare attenzione ad alcuni aspetti:

  • Verifica il TAN offerto.
  • Fai attenzione al TAEG (tasso annuo effettivo globale); è proprio questo indicatore che chiarisce i costi complessivi dell’operazione di finanziamento.
  • Le spese di istruttoria: si tratta di importi fissi da sostenere al momento di avvio della pratica, a copertura dei costi di valutazione e gestione del progetto.
  • L’assicurazione: come abbiamo visto, nello schema della cessione del quinto è previsto l’obbligo di stipulare un’assicurazione a copertura del rischio, a garanzia del rischio vita e impiego del richiedente.
  • Eventuali commissioni bancarie.

In base ai costi, talvolta potrebbe rivelarsi più conveniente ricorrere a un prestito finalizzato, ad esempio nel caso di un prestito per l’acquisto di una nuova automobile.

Autore Claudio Sanna

Specialista in prodotti finanziari per Financer.com

Condividi
Ultimo aggiornamento 30 Settembre 2020