Carte di debito

Abbiamo raccolto tutte le informazioni più importanti sulle carte di debito in questo articolo.

Financer ti offre i suoi servizi gratuitamente, non ti resta che approfittarne!

Carte di Credito

Le migliori carte di debito del 2019

Carte di Debito
  • Il conto si apre senza prove di credito né di residenza
  • Gestione interamente online del conto
  • Saldo massimo in un anno 50.000€
  • Ammette pagamenti da telefono e verso contatti in rubrica
Richiedila

Selezionato 8 volte

Carte di debito: cosa sono?

carta do debitoIn pochi sanno rispondere a questa domanda, anche se a tutti è capitato di usarne una.

Ma cos’è una carta di debito? Quella che comunemente viene indicata come Bancomat e che viene rilasciata praticamente in automatico da qualsiasi banca all’atto dell’apertura di un conto corrente, altri non è che una carta di debito.

L’uso quotidiano della dicitura Bancomat deriva dal fatto che il primo circuito interbancario che consentì il prelievo di denaro presso gli sportelli ATM delle banche si chiamava, e si chiama tutt’ora, Circuito Bancomat.

Da allora questo nome è rimasto collegato a questo tipo di carta e al tipo di operazioni che questa consente, anche se ormai sono presenti diversi circuiti interbancari, come Maestro (gestito da MasterCard) o V-Pay (gestito da Visa).

La caratteristica fondamentale di una carta di debito è l’assenza di un fido bancario a copertura delle spese effettuate e quindi l’importo pagato verrà immediatamente addebitato sul conto corrente.

Quali sono le differenze tra carte di debito e carte di credito?

carta di debito e carta di creditoLa prima differenza tra carta di credito e di debito è semplice ed è insita nel nome stesso della carta.

La carta di credito permette di effettuare una spesa anche se, al momento dell’acquisto, non sono presenti sul conto soldi sufficienti per coprirla (la banca dunque emette un credito).

Nel caso della carta di debito, invece, per poter effettuare un pagamento o un prelievo da uno sportello ATM è necessario che la somma sia presente sul conto corrente, dove viene addebitata istantaneamente.

Qualora i fondi siano insufficienti, verrà negata l’autorizzazione al pagamento da parte del circuito di riferimento e la transazione non andrà a buon fine.

Anche se può sembrare limitante, in questo modo avrai un maggior controllo delle tue finanze personali, evitando di spendere più di quanto puoi permetterti di fare.

Per le urgenze, potrai comunque scegliere di optare per un piccolo prestito in grado di soddisfare i tuoi desideri!

Inoltre la carta di debito presenta costi nettamente inferiori rispetto alla carta di credito, andando a pesare meno sulle tue finanze. Sempre più spesso vengono emesse carte di debito a costo zero, molto vantaggiose e prive di rischi.

La differenza tra carta di credito e carta di debito è quindi sostanziale e deve essere valutata attentamente prima di procedere ad una scelta.

Quali sono le operazioni consentite con una carta di debito?

operazioni carta di debitoLe normali carte di debito sono nate essenzialmente per consentire il pagamento di merci o servizi nei negozi e per prelevare denaro dagli sportelli ATM, evitando le code in banca e permettendo alle persone di poter fare acquisti senza denaro contante.

Possono essere usate anche per consultare, direttamente tramite emissione di apposita ricevuta cartacea, il saldo e i movimenti del proprio conto corrente, per effettuare ricariche telefoniche delle principali compagnie telefoniche o per versare denaro su carte prepagate.

Nelle banche dove è presente uno sportello automatico di ultima generazione, le carte di debito consentono anche il versamento di assegni e contanti sul proprio conto corrente. In questo caso funzionano da identificativo per l’accesso al conto privato.

La sicurezza prima di tutto

sicurezza carta di debitoQualsiasi sia l’operazione che intendi eseguire, ti verrà sempre richiesto il PIN, ovvero il codice utile al riconoscimento della carta, solitamente composto da cinque cifre.

Questo viene rilasciato insieme alla carta e deve essere conservato in un luogo sicuro, preferibilmente non insieme alla carta stessa.

Oggi, gran parte delle carte viene accettata anche per effettuare pagamenti online, inserendo, oltre al codice PIN, il codice di sicurezza CVV2 rappresentato dalle ultime tre cifre presenti sul retro della carta.

Grazie al circuito SISAL, è oggi anche possibile pagare i bollettini, gli F24 e il bollo dell’auto presso i tabaccai autorizzati.

Risultano comunque utili se vuoi evitare l’utilizzo di contanti o se viaggi spesso all’estero e desideri prelevare valuta straniera direttamente in loco.

In questo caso devi però tener presente che molte banche “tradizionali” applicano commissioni piuttosto elevate per i prelievi all’estero presso gli sportelli ATM, e che non tutte le carte di debito consentono questa operazione.

Detto ciò, sono sempre più diffuse le carte di debito che permettono di prelevare e pagare anche all’estero senza commissioni, salvo quelle di conversione valutaria.

Consiglio: Se hai in programma di recarti all’estero, prima di partire chiedi chiarimenti alla tua banca in merito agli eventuali costi per le operazioni effettuate, così da evitare l’addebito di spese impreviste sul tuo conto, a volte anche elevate.

Confrontando le carte di debito oggi disponibili sul mercato bancario, potrai trovare ottime soluzioni molto convenienti.

Quali commissioni prevede una carta di debito?

commissioni carta di debitoPrima di richiedere una carta di debito, bisogna informarsi accuratamente sulle spese addebitate dalla banca emittente per ogni tipo di operazione effettuata, oltre al canone annuale di gestione e l’eventuale imposta di bollo.

Vista la crescente concorrenza e lo sviluppo delle banche online, tali costi stanno lentamente scomparendo.

Già esistono carte di debito a costo zero spesso collegate a banche online, tant’è che anche gli istituti bancari tradizionali si stanno muovendo in questa direzione.

Informati se la tua banca ha emesso nuove carte a costo zero. Potresti averne una di vecchia generazione, ancora legata ai costi di commissione, quando potresti fartela sostituire con una più conveniente.

Le carte prepagate

carta prepagataLe carte prepagate sono del tutto simili alle carte di debito, essendo anche loro di fatto vincolate alla disponibilità immediata di denaro sul loro stesso saldo, anche se non prevedono l’associazione a un conto corrente.

Sono nate per soddisfare l’esigenza di acquistare prodotti e servizi online in totale sicurezza. In questo modo, è possibile caricare esattamente l’importo necessario per l’acquisto programmato.

Con le carte prepagate le persone si sentono più al sicuro perché non sono collegate al conto corrente personale e quindi, anche se clonate, non rischiano di danneggiare irrimediabilmente le proprie finanze personali.

Financer consiglia N26 e ViaBuy tra le migliori carte disponibili online!

Come richiedere una carta di debito

richiesta carta di creditoTecnicamente, chiunque abbia aperto un conto corrente presso un qualsiasi istituto bancario, possiede già una carta di debito, il famoso “bancomat”.

Se intendi richiedere una carta di debito, assicurati che sia dotata dell’opzione Contactless, grazie alle tecnologie RFID e NFC (near-field communication).

Questo ti consentirà di procedere ad acquisti inferiori ai 25 euro semplicemente avvicinando la carta al dispositivo POS dell’esercente senza dover inserire il PIN.

Un’altra funzione importante della tecnologia NFC è quella di poter associare la carta bancaria a un qualsiasi altro dispositivo predisposto, come ad esempio lo smartphone, per eseguire transazioni o per accedere a servizi.

Se non possiedi ancora un conto corrente, ti consigliamo di confrontare le varie carte di debito prima di aprirne uno, perché potrai avere l’occasione di risparmiare.

Anche se hai già le idee chiare sul dove aprire un conto corrente, informati prima sui vari tipi di carte offerti.

Infatti, se l’offerta dell’istituto bancario prescelto non dovesse soddisfarti, esiste la possibilità di richiedere carte di debito indipendenti a costo zero, disponibili online, da collegare al tuo nuovo conto corrente.

Richiedere una carta prepagata

carte di debitoIl discorso cambia se decidi di richiedere una carta prepagata. Alcune di queste possiedono un proprio codice IBAN (il codice identificativo tipico dei conti correnti), e funzionano in modo indipendente non essendo appoggiate a nessun conto.

Altre vengono emesse dalla stessa banca presso la quale si ha il conto corrente e servono per svolgere operazioni non possibili con il semplice “bancomat”, come gli acquisti su internet. Potrai ricaricarle spostando semplicemente il denaro dal conto alla carta.

Potrai anche richiedere carte di debito indipendenti, ovvero non emesse dal tuo istituto bancario, spesso gestibili tramite apposita App. Alcune di queste possono essere in formato usa e getta e quindi ricaricabili una volta sola, al momento dell’emissione.

Sono carte in formato anonimo, utili se desideri fare un acquisto occasionale online o per essere portate in viaggio al posto del denaro contante.

Presentano però alcuni svantaggi; innanzitutto se al momento della scadenza non avrai consumato tutto il credito, questo non sarà prelevabile in alcun modo ma dovrai acquistare un’altra carta usa e getta e trasferirvi il credito residuo.

Inoltre può capitare che alcuni esercenti non le accettino, proprio per l’impossibilità di verificare l’identità del suo possessore.

Tieni comunque presente che se intendi noleggiare un’auto o procedere alla prenotazione di stanze presso hotel, soprattutto all’estero, avrai bisogno di una carta di credito tradizionale.

Queste operazioni sono infatti possibili solo con l’uso di questo tipo di carta, che in tali casi viene sfruttata a titolo di garanzia.

Vantaggi e svantaggi di una carta di debito

vantaggi carta di debitoParlare dei vantaggi e degli svantaggi nel possedere una carta di debito dipende dal punto di vista con il quale si affronta l’argomento.

Se, ad esempio, esaminiamo esclusivamente i tipi di operazioni consentiti, la carta di credito risulta essere la migliore. In realtà però questa prevede dei costi non presenti nelle altre carte.

Il primo vantaggio nel possedere una carta di debito risiede nel fatto che potrai tenere sotto controllo il tuo conto, senza correre il rischio di mandarlo in rosso.

Inoltre, dopo un’accurata ricerca, potrai ottenere la tua carta a costo zero, priva di canoni annuali e senza commissioni legate alle operazioni effettuate.

Potrai effettuare tutte le principali operazioni bancarie, eccezion fatta per il noleggio di automezzi o per la prenotazione di stanze in hotel.

Non potrai inoltre procedere all’attivazione di particolari contratti proposti dalle varie compagnie telefoniche, dove viene richiesta la carta di credito.

Ultimamente però alcune di queste hanno iniziato ad accettare l’utilizzo di carte di debito per la sottoscrizione degli abbonamenti.

Sull'autore

Rimani in contatto con Financer.com

Seguici su Facebook

×

Per favore esprimi il tuo giudizio su Carte di debito