• Home
  • Risparmi e Investimenti

Risparmi e Investimenti

Stai cercando delle idee su come accumulare, gestire e investire i tuoi risparmi?

Su Financer troverai tanti utili consigli per farlo al meglio!

Prova il nostro servizio, è gratuito!

Domande Frequenti

risparmi investimenti (4)

Quali sono i Piani di Accumulo più convenienti?

Oggi, l’idea di investire con regolarità è certamente una strategia intelligente di gestione dei risparmi in ottica futura. Tuttavia, meglio fare attenzione nella scelta: più dei fondi comuni d’investimento (spesso inutilmente costosi e con importanti commissioni di ingresso), una buona soluzione possono rivelarsi gli ETF, acronimo per “exchange-traded fund“. Un ETF riassume in sé le caratteristiche proprie di un fondo e di un’azione, permettendo in questo modo agli investitori di sfruttare i vantaggi di entrambi gli strumenti: diversificazione e riduzione del rischio proprie dei fondi; flessibilità e trasparenza informativa della negoziazione in tempo reale delle azioni.

Ho sentito parlare dei Piani Individuali di Risparmio: cosa sono?

I Piani Individuali di Risparmio (PIR) sono uno strumento finanziario introdotto nel 2017. Sono stati creati come forma di investimento a medio termine, allo scopo di indirizzare e veicolare i risparmi verso le imprese italiane, in particolar modo verso le piccole e medie imprese che costituiscono l’ossatura economica del Paese. Non vengono applicate tasse sugli interessi maturati, a patto che il risparmiatore si impegni a mantenere l’investimento per 5 anni e che non superi il valore di 30.000 € (per ciascun PIR). L’investitore non potrà inoltre superare la soglia di 150.000 € complessivamente investiti con questo genere di strumento. Nel sottoscrivere un PIR meglio appurare i potenziali costi legati al prodotto applicato dalla società che li propone. Potrebbero esserci infatti delle spese di sottoscrizione e di gestione, ma anche di performance.

A chi posso affidare i miei risparmi?

L’esercizio professionale dei servizi e delle attività di investimento verso il pubblico è riservato alle imprese di investimento come le società di intermediazione mobiliare e alle banche. Gli organi pubblici di vigilanza sono la Consob e la Banca d’Italia. Solo dopo la verifica dei requisisti di professionalità, onorabilità e solidità finanziaria questi organi rilasciano l’autorizzazione per lo svolgimento di tali servizi. La vigilanza ha lo scopo di salvaguardare la fiducia nel sistema finanziario, tutelando gli investitori, la stabilità e il buon funzionamento dell’intero apparato finanziario.

Investire i miei risparmi nel trading online è conveniente?

Con il trading online si può sicuramente guadagnare e anche bene. Tuttavia, è necessario studiare in maniera approfondita l’argomento e non affidarsi a sedicenti operatori che promettono facili guadagni. Le truffe nel trading purtroppo non sono così rare ed è perciò fondamentale verificare con attenzione la piattaforma sulla quale si vuole operare. Il consiglio è quindi quello di informarsi e mantenersi aggiornati il più possibile, seguendo l’evoluzione di questo settore ancora relativamente recente.

Risparmi e Investimenti

Stai pensando che è arrivato il momento di creare un piano di accumulo o aprire un conto deposito nel quale far confluire i tuoi risparmi? Qui scoprirai tutto quello che c’è da sapere!

Perché è importante avere dei risparmi?

risparmiAnche se ci sono sempre tante cose che vorremmo acquistare e progetti che vorremmo realizzare, non bisogna trascurare l’importanza di accumulare dei risparmi durante la vita lavorativa: una strategia intelligente è quella di coprirsi finanziariamente le spalle in caso di possibili emergenze o in vista di acquisti impegnativi, come ad esempio un’abitazione.

Il modo più semplice per mettere da parte dei soldi è quello di aprire un conto di risparmio sul quale far confluire con cadenza regolare (ad esempio mensilmente, oppure ogni due) del denaro.

Potresti decidere ad esempio di creare un addebito automatico attraverso il quale una parte del denaro disponibile sul tuo conto corrente possa essere trasferito sul conto deposito.

Oggi sono disponibili anche nuovi strumenti di investimento, come ad esempio il Social Lending, basati sull’evoluzione dei servizi telematici.

Gli obiettivi del risparmio

obiettivo risparmioQuando si crea un piano di accumulo, è necessario porsi degli obiettivi che possano darti un’idea di quanto e per quanto tempo sarà necessario risparmiare.

Se il piano ha una durata superiore a cinque anni,  investire parte del tuo denaro potrebbe permetterti di guadagnare di più e limitare gli effetti dell’inflazione.

Potresti pensare di non voler “scommettere” con i tuoi risparmi, ma la verità è che non esiste un investimento “senza rischi”.

Tuttavia, scegliendo di puntare su operazioni a basso rischio come l’acquisto di buoni del tesoro e altri titoli dello Stato, si possono raggiungere ottimi risultati.

Le caratteristiche di un investimento finanziario

  • investimentiPerformance o redditività: in economia, si tratta dell’utile ottenuto o che si prevede di realizzare da una certa operazione finanziaria. A seconda delle caratteristiche, un’operazione può dar luogo a una redditività stabile (ad es. se sono previsti interessi fissi, al momento dell’investimento saprai quanto guadagnerai) o variabile (in questo caso il beneficio si basa su una probabilità che dipenderà da molti fattori).
  • Termine: il termine indica quando riceverai i profitti generati dal tuo investimento. Questi possono essere a breve termine o a lungo termine.
    • Gli investimenti a lungo termine sono generalmente quelli che offrono rendimenti più elevati come l’acquisto di azioni o valute, ma d’altro canto questo tipo di investimento è più rischioso.
    • Gli investimenti a breve termine hanno in genere una scadenza che non supera i due anni dalla data di acquisto del prodotto. La remunerazione è inferiore rispetto ai prodotti a lunga scadenza, ma il rischio è inferiore.
  • Rischio: si intende la probabilità di recuperare il denaro investito.
  • Liquidità: la liquidità indica la facilità di acquistare o vendere un determinato prodotto sul mercato, e rappresenta il collante tra risparmio ed investimento.

Vi è una stretta correlazione tra i vari elementi. In un investimento ad alta redditività il rischio sarà maggiore. Allo stesso modo, con la diminuzione del rischio, anche la redditività sarà inferiore.

I rischi di un investimento

rischi investimentoQuando scegli di dar vita a un investimento stai sempre assumendo dei rischi, anche se l’importo dell’operazione varierà in base alla tipologia di investimento.

Agli inizi, di solito è una buona idea spalmare il tuo investimento su un ampio portafoglio di prodotti con classi di rischio diverse. In questo modo, se un investimento non dovesse funzionare come speravi, avrai comunque un reddito di supporto generato dagli altri.

Risparmiare per le emergenze

risparmi emergenzeTutti sappiamo che in qualsiasi momento possono presentarsi delle spese improvvise e non programmate, come ad esempio una lavatrice rotta o una guasto alla caldaia.

Queste spese posso spingere anche alla richiesta di un piccolo prestito per fronteggiare la maggiore richiesta di liquidità.

Ad ogni modo, non è necessario accumulare grandi somme per questo genere di evenienze; è meglio dividere i tuoi risparmi, tenerne alcuni a disposizione per le emergenze e mettere il resto dove può generare un ritorno economico, anche piccolo.

Una buona regola empirica è quella di poter coprire tre mesi di spese essenziali con i risparmi disponibili sul conto. Quindi, se spendi 1.000 euro al mese per mutuo o affitto, cibo, utenze domestiche e altre cose essenziali, dovresti puntare a mantenere una riserva di 3.000 € per le emergenze.

I nostri consigli per i tuoi risparmi

consigli risparmiareLa maggior parte degli esperti finanziari ritiene che si dovrebbe avere abbastanza denaro nel fondo dedicato alle emergenze per coprire un periodo da 3 a 6 mesi di spese standard.

Inizia stimando i costi per le spese essenziali, come ad esempio:

  • Affitto o mutuo.
  • Cibo.
  • Assistenza sanitaria.
  • Utenze domestiche.
  • Spese per i trasporti (auto, moto, abbonamento ai mezzi cittadini).
  • Spese personali.
  • Eventuali rateizzazioni in essere.

Non è invece necessario includere le spese relative a tutto ciò che si potrebbe eliminare dal budget mensile in caso di perdita del lavoro o situazioni di grave disagio economico. Alcune di queste voci sono:

  • Spese per il divertimento/tempo libero.
  • Cene fuori.
  • Shopping non essenziale.
  • Vacanze.
  • Risparmi per una seconda casa, o per una nuova auto e altri obiettivi simili.

Quanto mettere da parte ogni mese

piano di risparmioAvere in avanzo una cifra in grado di coprire da 3 a 6 mesi di spese ordinarie è una buona regola empirica, ma a volte non è sufficiente.

Se ne hai la possibilità, potresti voler aumentare il volume dei tuoi risparmi.

Una strategia del genere, potrebbe tornarti utile in scenari come i seguenti:

  • Durante una recessione (quando i tassi di disoccupazione sono più alti e la durata della disoccupazione è spesso più lunga).
  • Se sei occupato in un settore ad alto rischio in cui i licenziamenti sono comuni.
  • Se il tuo reddito non è stabile.
  • Se la maggior parte del tuo denaro è impegnato in investimenti azionari e obbligazionari altamente volatili.

Ricorda che qualcosa è comunque meglio di niente

risparmiNon pensi di poter risparmiare abbastanza? Non farti prendere dal panico. Puoi creare dei Piani di Accumulo di Capitale (conosciuti anche come PAC) mettendo da parte piccole somme di denaro con cadenza regolare, settimanalmente oppure mensilmente.

Con la costanza, nel tempo riuscirai a raggiungere il tuo obiettivo. L’importante è che tu inizi a risparmiare qualcosa.

Ad esempio, diciamo che metterai da parte 25 € a settimana in un fondo per le emergenze. Alla fine di 2 anni, potresti avere 2.600 € in risparmi.

Aumenta tale importo a 50 € a settimana e i tuoi risparmi potrebbero crescere fino a 5.200 €. Arriva a 75 € a settimana e l’importo sarà ancora più importante: ben 7.800 €!

Rimani in contatto con Financer.com

Seguici su Facebook

Financer privacy settings

With using financer.com you acknowledge our terms and conditions as well as our data privacy policy. We use Cookies to analyze and track the usage of our website in order to improve our services. Certain Cookies require your active consent in order for us to collect this data. You can inform yourself about the third-party-services we use as well as withdraw your consent anytime in our Cookie-Settings.

Facebook Marketing

SEO Solutions Ltd. (we) as the provider of the website financer.com is using the Facebook-Pixel to promote our content and services to our visitors on Facebook as well as track the results from these marketing activities. This data is anonymised for us and serves for statistical purposes only. Facebook can connect the data collected from the Facebook Pixel with your Facebook profile (Name, E-mail, etc.) and use this for its own advertising purposes. you can view and control the data Facebook is collecting about your Facebook privacy settings.